L’accordo-ponte dentro Syriza


Ulteriore mio intervento sull’accordo-ponte, in particolare sul dibattito interno a Syriza, pubblicato dal Collettivo Stella Rossa.

L’accordo Grecia-Europa e le critiche dentro Syriza

L’accordo-ponte tra l’eurogruppo e il governo greco è stato portato negli organi di discussione interna di Syriza. Molti importanti membri di Syriza avevano già criticato pubblicamente l’accordo, la discussione interna ha portato all’approvazione dell’accordo-ponte, ma con forti differenziazioni interne. […] alla fine si è arrivati al voto di un emendamento critico presentato da Lafazanis, in cui si giudica l’accordo-ponte un compromesso negativo, si auspica di tornare immediatamente al programma del partito e si chiede anche che future decisioni del genere siano prese solo dopo una consultazione interna al partito. L’emendamento è stato respinto con 92 voti contrari, 68 favorevoli e 5 schede bianche. Considerato che 30 membri del Comitato Centrale non erano presenti, di fatto sono stati meno della metà dei membri a sostenere interamente l’accordo-ponte, mentre gli organici alla Piattaforma di Sinistra di Lafazanis sono solo 60.

Per leggere tutto clicca qui.

E’ giusto dire che non bisogna fare gli allenatori al bar. Come ho già sostenuto, a sapere esattamente cos’è successo nelle trattative sono un pugno di persone tra ministri, capi di stato, banchieri centrali e commissari europei. L’atteggiamento di chi dice “Varoufakis avrebbe dovuto” è difficilmente distinguibile da quello di chi rinfaccia a Trapattoni di non aver convocato Baggio ai mondiali in Giappone… Ma anche chi si sgola per dire che va tutto bene si differenzia poco da chi non contesta mai le parole del mister…
Risulta particolarmente antipatico l’atteggiamento, emerso soprattutto sul Manifesto, di dipingere Manolis Glezos come un vecchio coglione e la Piattaforma di Sinistra come dei pazzi che accusano Varoufakis di tradimento. Glezos non è un coglione e la Piattaforma di Sinistra non ha accusati di tradimento, semmai di aver sbagliato. Ma nella sinistra italiana che si possa contestare le mosse della dirigenza nel merito e non sbraitando al tradimento sembra impossibile (forse perchè i tradimenti sono stati tanti…).

Fortunatamente il dibattito interno a Syriza non è tutto come ce lo vuole raccontare il Manifesto.

lafaz

Tsipras e Lafazanis

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...