Sul governo Tsipras


Non lo so, eh, davvero non lo so. Ma dalla reazione della stampa borghese mi sembra sulla buona strada.

Sole 24 Ore

vanoufakis

 

Huffington Post

 

huff

 

 

Die Spiegel: Nuovo governo in Grecia, Tsipras sceglie un oppositore dell’austerità come ministro delle finanze. Per i donatori internazionali le negoziazioni con la Grecia saranno sempre più difficili: il nuovo ministro delle finanze Yannis Varoufakis rigetta l’austerità. Fortemente.

spiegel

 

Seriamente, la mossa coi Greci Indipendenti è rischiosa. Penso che prima di pontificare bisogna aspettare e cercare di capire, non credo che si debba cercare di tradurre immediatamente in termini italiani con qualcosa tipo “ah, ma allora volete allearvi con la Meloni e Salvini”. D’altronde, sono convinto che non esistano modelli da importare acriticamente. Anche solo perchè da noi un partito di destra anti austerità non esiste. I Greci Indipendenti hanno lasciato il governo per non votare i memorandum, Lega e fratellastri italiani si sono accorti di essere contro l’austerità solo quando sono stati forzati all’opposizione.

Quello che è già chiaro ora è che chi sperava di annacquare la vittoria di Syriza pregava perchè si formasse un governo coi liberali di To Potami o, ancora meglio, coi socialdemocratici del PASOK. Un governo che con tutta evidenza avrebbe passato mesi a litigare al suo interno su come rapportarsi con l’Unione Europea, un governo che non sarebbe riuscito a fare nulla delle promesse elettorali e avrebbe perso subito ogni credibilità presso il popolo greco.

Mi sembra evidente che Tsipras è ben consapevole dei rischi di governare con i nazionalisti. I primi gesti simbolici gridano “EI! SONO ANCORA DI SINISTRA!”: non giura nelle mani dell’Arcivescovo di Atene, visita subito il monumento ai partigiani comunisti (gesto che va letto con la lente greca di ciò che successe con la guerra civile!).

La situazione è veramente fluida, più che almanaccare sui nomi dei ministri del governo Tsipras, bisogna provare a capire come si muoverà il nuovo governo greco nelle contrattazioni sul debito che ci saranno nell’immediato. Anche perchè la possibilità di attuare il programma di Salonicco passa dall’ottenere immediatamente concessioni dall’Europa.

Chiudendo con un’altra battuta facile: la mossa coi Greci Indipendenti, se non altro, ha sfoltito questo benedetto carro del vincitore che si era fatto veramente troppo affollato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...