Le elezioni in Grecia/ Possibile una maggioranza solo con Syriza?


seggi

Per la prima volta un sondaggio indica una  proiezione dei seggi che assegnerebbe a Syriza la maggioranza assoluta di 151 seggi. In questa maniera Alexis Tsipras potrebbe bypassare il problema della formazione della maggioranza. Infatti il problema principale per Tsipras ora è che alleanze fare. In parlamento troverà sicuramente “alla sua sinistra” almeno una decina di comunisti del KKE che lo stanno attaccando in maniera feroce. Alle sua “destra”, invece, non troverà quasi sicuramente Sinistra Democratica (già “ala destra” di Syriza) che molto probabilmente non passerà la soglia di sbarramento, ma la possibilità di trattare con forze “di sinistra” che hanno sostenuto l’austerità (Sinistra Democratica compresa) è stata bocciata dal Comitato Centrale di Syriza. Quindi anche l’ipotesi di collaborare coi socialisti del PASOK o con la neonata KINIMA (scissione del PASOK stesso) è in salita.

Questo sondaggio sembrerebbe tagliare la testa al toro. 151 seggi a Syriza, 30 a Nuova Democrazia (destra pro austerità). 18 a Il Fiume (nuova formazione di “sinistra europeista”, liberale, di fatto pro austerità), 15 ai socialisti del PASOK, 15 ai nazisti, 13 ai comunisti del KKE e 8 ai Greci Indipendenti (scissione “anti austerità” di Nuova Democrazia).

MA

Ci sono molti MA. Innanzitutto, questo è l’unico sondaggio a dare a Syriza la maggioranza assoluta dei seggi. Tutti gli altri assegnano tra i 140 e 150 a Tsipras e soci, a un passo dalla maggioranza assoluta ma comunque con la necessità di trovare alleati. In secundis, questo è un sondaggio particolarmente favorevole per Syriza, dandola al 38% con l’8% di vantaggio su Nuova Democrazia, tutti gli altri sondaggi danno un vantaggio netto ma più risicato (dal 3 al 6%).

Infine, se anche dovesse realizzarsi questo scenario, è difficile immaginare che Tsipras possa governare con un voto di vantaggio. Diciamolo apertamente, quando diciamo che Syriza è dotata di un ampio pluralismo diciamo anche che sicuramente troverà sul suo cammino qualche deputato che giudicherà i provvedimenti troppo moderati o troppo radicali. Di sicuro non all’avvio, ma quando cominceranno i problemi di consenso (e cominceranno, perchè il disastro in cui sta la Grecia non può essere risolto per decreto del Comitato Centrale, cominceranno anche se Tsipras riuscirà a far passare immediatamente i provvedimenti più popolari del proprio programma), allora uscirà di sicuro allo scoperto qualcuno che comincerà a far ballare il governo di Syriza. La strada è ancora tutta in salita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...