China bashing


L’espressione inglese China bashing si riferisce allo sport favorito dei media occidentali di ogni tendenza (sfortunatamente, anche di sinistra) che consiste nel denigrare sistematicamente, anche fino alla criminalizzazione, qualunque cosa venga fatta in Cina. La Cina esporta paccottaglia economica nei mercati poveri del terzo mondo (ciò è vero), un orribile crimine. Ma produce anche treni ad alta velocità, aeroplani e satellite la cui meravigliosa qualità tecnologica è apprezzata in occidente ma a cui la Cina non dovrebbe aver diritto! Sembra che si penso che la costruzione di massa di case per la classe operaia non sia nulla di diverso dall’abbandono dei lavoratori negli slum e si equipara la “diseguaglianza” in Cina (le case per lavoratori non sono ville opulente) a quella dell’india (ville opulente a fianco degli slum), e così via. Il China bashing conforta le idee infantili che circolano tra alcune correnti dell’impotente “sinistra” occidentale: se non il comunismo del ventunesimo secolo, allora è tradimento! Il China bashing aiuta anche la campagna sistematica per il mantenimento delle ostilità anti cinesi in vista di un possibile attacco militare. Tutto questo non è altro che un tentativo di distruggere le possibilità di un vero rinascimento di un grande popolo del Sud.

ImageHandler

-Samir Amin, China 2013- 

 

 

Annunci

2 thoughts on “China bashing

  1. Buon post nel complesso, ma un attacco militare alla Cina?
    Dai, non scherziamo, nessuno nel cosiddetto Occidente è così stupido.
    Non converrebbe a nessuno.

    • Samir Amin è uno che, nel dubbio, sceglie di ragionare sull’ipotesi peggiore. Così, per non doversi poi pentire di essere troppo ottimisti.

      Non è poi così remota l’ipotesi di un conflitto militare di dimensioni contenute, legato ai vari contenziosi territoriali, per interposte Filippine, Giappone, Corea…
      Una guerrettina per testare l’effettiva capacità di combattimento dell’esercito cinese (che non combatte una guerra contro un esercito regolare da 30 anni) e magari per spingere gli alleati locali ad un riarmo più deciso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...