Corsi e ricorsi.


“L’insieme delle misure che abbiamo descritto produsse una caduta considerevole della domanda globale. Il 1975 fu un anno di dperessione gravissima, per l’Italia come per gli altri paesi industrializzati. Per la prima volta si registrò non soltanto una caduta degli investimenti, ma una caduta anche del livello assoluto del reddito nazionale. Sia nei dibattiti interni sia nelle valutazioni internazionali, la situazione italiana veniva presentata come quella di un’economia sull’orlo del collasso. Il Fondo Monetario Internazionale esigeva sempre nuovi impegni di compressione della domanda globale. Nel Gennaio 1976 le banche statunitensi furono ufficialmente sconsigliate dall’accordare nuovi prestiti all’Italia, paese che andava considerato come particolarmente rischioso.

Si fece strada in tal modo l’idea che la soluzione andasse ricercata non soltanto affidandosi a manovre economiche, ma anche sul terreno politico, e che solo un governo di coalizione, esteso a tutti i partiti dell’arco costituzionale, potesse riportare il paese alla normalità.”

Augusto Graziani, Lo Sviluppo dell’Economia Italiana, pag. 127

1975. A curare la politica delle alleanze del PCI c’era lui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...