Marini. O, la zampata di Napolitano.


Dicevo nel post precedente che bisognava aspettare e vedere se la manovra di Napolitano con i saggi avrebbe dato i suoi frutti.

Per il momento quello che sappiamo è che Bersano ha imposto al Partito Democratico l’accordo col PdL e con Monti sul nome di Marini, ex sindacalista cislino, ex segretario del Partito Popolare Italiano ed ex presidente del Senato. È in tutta evidenza un nome che può fare da viatico alla Grande Coalizione o comunque a un governo con un accordo largo, come auspicato e manovrato da Napolitano.

Vignetta a caso. Marini è così noioso che non gli fanno neanche le vignette brutte come alla Bonino.

Che ci riesca, è da vedere. È da vedere anche che diventi effettivamente Presidente della Repubblica, l’assemblea del PD ha ratificato la proposta di Bersano con 299 sì, 90 no e 30 astenuti. Per eleggere Marini alla prima votazione il PD dovrebbe votare compatto insieme a montiani e berlusconiani, e una bocciatura alle prime votazioni potrebbe aprire altre strade come la terrificante Bonino, una confluenza su Rodotà o la seconda venuta di Cristo…

È interessante notare che nella discussione interna al PD, a opporsi all’opzione Marini è stata la destra renziana, la cosiddetta “sinistra del PD” si è divisa tra Orfini, che ha chiesto di prendere tempo e cercare un candidato che non spaccasse il Partito, e Fassina, che s’è schierato per l’ennesima volta alla difesa pretoriana di Bersani, dicendo che Franco Marini è in grado di ricostruire una connessione sentimentale con il paese.

Un utile promemoria per chi s’illude che Fassina possa essere una specie di Melenchon nostrano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...